Trama di La Lingua del Santo

Breve premessa a cura dello Staff: Nonostante il film in questione sia un film a budget veramente basso, si tratta comunque di una bellissima commedia che consigliamo di vedere a chiunque (soprattutto per serate in famiglia). Questo e un tipo di comicita differente da quello al quale siamo abituati, diverso dai soliti filmacci che utilizzano sempre parolacce e donnine per farci ridere. Insomma, se un bambino dovesse guardare una commedia italiana meglio consigliare La Lingua del Santo invece dei soliti cinepanettoni. C'e molta cimicita ed i due protagonisti sono veramente adatti ai loro ruoli. Nonostante siano passati ben 20 anni dalla produzione, secondo noi il film rimane valido tutt'oggi. Dedicategli percio due ore e vedrete che alla fine la penserete proprio come noi. Ma ecco di cosa parla... Willy e un uomo deluso dalla vita, ex rappresentante di articoli di cancelleria di lusso, separato dalla moglie. Antonio e un giocatore di rugby ormai al tramonto. Un giorno si intrufolano nella basilica del Santo a Padova e rubano la famosa reliquia di Sant'Antonio, senza rendersi conto del reale valore dell'oggetto. Il film si ispira a un fatto di cronaca avvenuto il 10 ottobre 1991, quando la reliquia del mento di Sant'Antonio di Padova (e non la lingua, che e conservata in un diverso reliquiario) fu trafugata dalla basilica del Santo e ritrovata due mesi dopo in circostanze misteriose vicino a Roma. Venti anni piu tardi Felice Maniero, in un'intervista rilasciata al Messaggero di Sant'Antonio, affermo di essere stato il mandante del furto, che nelle sue intenzioni era mirato proprio alla lingua del Santo